lunedì 9 dicembre 2013

PROVENZA E COSTA AZZURRA COSA VEDERE E COSA MANGIARE





PERCHE' ANDARE?
Io e mio marito avevamo tre giorni disponibili per un viaggio totalmente "fai da te".
Se avete molti giorni disponibili potete approfondire la visita a varie città e dedicarvi a tutte le escursioni che si possono fare in zona tra i canyon, i campi di lavanda (nel periodo giugno-agosto), le ocre e magari concedervi anche un po' di relax nella fantastica Costa Azzurra con Cannes, Nizza e Monte Carlo.
Per una breve vacanza vi posso consigliare di seguire il nostro itinerario, ricco di cose da vedere ma in pochissimi giorni...quindi correre correre correre!Magari tornerete a casa un po' stanchi ma assolutamente soddisfatti.

COSA VEDERE?
Siamo partiti il venerdi mattino dal Nord della Toscana, quindi in 3-4 ore circa siamo arrivati al confine Italia-Francia.
Primo giorno:
 GOLE DEL VERDON 
Le gole del fiume Verdon spaccano la terra per 25 km creando un caratteristico e impressionante Grand Canyon. Dal borgo di Castellane fino al villaggio di Rougon, il fiume Verdon scorre con acque color smeraldo e seguendo la strada tortuosa potrete godere di paesaggi davvero mozzafiato.



Dalle gole del Verdon ci siamo diretti ad un paesino che avevamo letto essere davvero caratteristico:
MOUSTIERS SAINTE MARIE 
Siamo rimasti davvero colpiti positivamente da questo villaggio arroccato, attraversato da un ruscello che fa' di questo borgo un luogo davvero magico. 
Sembra quasi di essere dentro una favola mentre si passeggia fra le viuzze strette e si osservano caratteristiche botteghe che vendono prodotti a base di lavanda, di miele e le famose maioliche smaltate.
Non perdetevi poi una passeggiata a piedi (circa 30 minuti) fino alla deliziosa chiesetta sopra il villaggio per poi seguire un sentiero che vi riporterà in paese.
Moustiers Sainte Marie è davvero da non perdere! Consigliatissimo


Da questo villaggio ci dirigiamo verso Avignone (tempo di percorrenza circa 2 ore), o meglio a Le Pontet, un paese a pochi km da Avignone dove abbiamo una camera prenotata all'hotel "FastHotel" (Avignon Nord, Le Pontet). La posizione è molto comoda in quanto si trova proprio all'uscita dell'autostrada e a circa 10-15 minuti da Avignone Centro. L'hotel è economico (abbiamo speso a novembre 39 euro in due esclusa la colazione), abbastanza spartano, in sostanza le camere sono dei moduli abitativi prefabbricati ma pulite, con un bagno piccolino e la tv.

Secondo giorno
AVIGNONE
Una città ricca di storia e di monumenti. Conosciuta anche come antica città papale, Avignone si concentra intorno al Palazzo dei Papi, un tempo luogo di culto, fortezza e sede amministrativa.
Da fare anche la passeggiata (promenade des Papes) che dalla cattedrale porta ai giardini Verger d'Urbain V.
Avignone è famosa inoltre per il Ponte Saint-Bénézet (dal ponte di Avignone prende il nome la tradizionale canzone per bambini Sur le pont d'Avignon). Al di fuori del centro la periferia è abbastanza sgradevole, sporca e poco curata. 

 




ISLE SUR LA SORGUE
Prossima tappa: Gordes, ma prima breve sosta ad una bellissima cittadina "ISLE SUR LA SORGUE" . Non abbiamo molto tempo per approndire la visita, ma subito ci rendiamo conto di quanto carina sia questa città, percorsa da diversi canali e caratterizzata da antiche ruote idrauliche in legno ricoperte di muschio. Facciamo un giro in auto, qualche foto e ripartiamo. 




GORDES
Anche questo villaggio è spettacolare e imperdibile, la sua posizione raccolta e arroccata lo rendono davvero unico. Nella sua piazza principale è stato girato un film con Russel Crowe "Un ottima annata".  

  



ROUSSILLON 
Roussillon è famoso per il suo canyon color ocra, infatti seguendo il sentiero delle ocre resterete affascinati dalle tante sfumature rossastre e ocra della terra. Sono consigliati vestiti facili da lavare e scarpe comode e lavabili. 





Da Roussilon ripartiamo per AIX EN PROVENCE, dove passeremo la notte. L'hotel da noi scelto è Ibis Aix en Provence, con un ottimo rapporto qualità-prezzo, a circa 10-15 minuti di auto dal centro città.
Aix è una città molto carina ed elegante con un fascino tutto particolare. La vera caratteristica della città sono le fontane, le troverete in ogni angolo e in ogni piazza, anche la più piccola (le più belle sono nel cours Mirabeau). 


Terzo giorno
Siamo arrivati all'ultimo giorno di vacanza e, prima di ritornare a casa sosta obbligata a Nizza e Monte Carlo.

NIZZA 
Da fare la passeggiata più famosa della riviera (promenade des Angles), da vedere la vieux Nice, la città vecchia con palazzi antichi, il vecchio ghetto ebraico, il palazzo della prefettura e cours Saleya.
Da visitare anche il parco del castello (parc du Chateau) che si raggiunge tramite un ascensore e dal quale si gode una vista spettacolare sulla città e sulla Baie des Anges.
  



MONTE CARLO 
A Monte Carlo potete arrivare direttamente al centro città, fare un giro in auto, magari anche nel tunnel facente parte del circuito del Gran Premio di Formula 1 che si svolge annualmente a Monte Carlo, provare la curva della vecchia stazione, una delle più famose del circuito cittadino e parcheggiare nei parcheggi coperti a pagamento della città (tranquilli i prezzi non sono eccessivi). Da vedere anche il porto con tanti meravigliosi yacht e una breve visita ai giardini giapponesi. 


  

LE MIE IMPRESSIONI SUL VIAGGIO?
La Provenza è stata davvero una bella scoperta, non pensavamo potesse essere così piena di fascino e ricca di posti da vedere.
In assoluto il luogo che ci è rimasto più nel cuore in questo viaggio è stato Moustiers Sainte Marie, un paesino davvero da favola, magico e tranquillo.
In pochi giorni ne abbiamo viste di cose, con un tempo atmosferico che fortunatamente è stato clemente. Forse l'unico rammarico, al quale si potrà però rimediare, è di non essere andati nel periodo della fioritura delle piante di lavanda...penso sia davvero uno spettacolo!


COSA MANGIARE?
TORTA SALATA AL POMODORO

INGREDIENTI:
  • pasta sfoglia rotonda già pronta
  • salsa di pomodoro
  • mozzarella
  • origano
  • olio extravergine di oliva 

PREPARAZIONE:
Sistemate la pasta sfoglia su una teglia coperta con carta forno bucherellando la superficie della pasta con i rebbi della forchetta. In una ciotola condite la salsa di pomodoro con origano e un filo di olio extravergine di oliva. Spalmate la salsa sopra la torta, unite la mozzarella tagliata a fettine e cuocete in forno già caldo a 200° per circa per 20 minuti circa.



SALSA AIOLI
INGREDIENTI:

  • 1 tuorlo grande a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaio di aceto bianco o succo di limone
  • 2 spicchi di aglio grandi sbucciati
  • 0,8 dl di olio extravergine di oliva
  • 0,8 dl di olio vegetale
  • sale e pepe

PREPARAZIONE:
Per fare questa salsa con un mixer frullate il tuorlo con l'aceto, l'aglio, sale e pepe. Versate molto lentamente l'olio di oliva, poi quello vegetale.


FOUGASSE
E' una focaccia con olive, formaggio, salsiccia e altre squisitezze.
INGREDIENTI:

  • 300 gr di farina 0
  • 10 gr di lievito disidratato
  • 200 gr di acqua tiepida
  • 5 gr di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero 
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • formaggio
  • olive nere snocciolate
  • salsiccia

PREPARAZIONE:
In una ciotola grande versate la farina, il lievito e lo zucchero, il sale, l'olio e impastate con acqua tiepida. Formate una palla e lasciate lievitare l'impasto in forno spento per almeno 2 ore. Riprendete l'impasto, sgonfiarlo e aggiungere le olive tagliate a metà, il formaggio tagliato a cubetti e la salsiccia spezzettata. Rimettete la palla di impasto a lievitare per circa un ora.
Riprendete l'impasto, dividetelo in due e cominciate a tirare il primo pezzo con il matterello fino ad un cm. Ungete la superficie con un po' di olio e aiutandovi con un coltello praticate dei tagli obliqui, allargandoli leggermente con le dita.
Fate lo stesso procedimento con il secondo pezzo di impasto.
Lasciate lievitare per circa 20 minuti, poi cuocete in forno caldo a 180° per 20 minuti.


INSALATA NIZZARDA
INGREDIENTI:
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 peperoni piccoli
  • una scatoletta di tonno sott'olio
  • qualche foglia di basilico
  • 6 filetti di acciughe
  • 4 uova sode
  • 1 cipolla
  •  sale e pepe
  • 4 pomodori rossi
  • 1 cetriolo
  • olive denocciolate
  • olio extravergine di oliva

PREPARAZIONE: 
Per prima cosa rassodate le uova in un pentolino con dell'acqua bollente, poi lasciatele raffreddare. Togliete il guscio e tagliate ognuna in 4 spicchi.
Tagliate a pezzetti i pomodori e sistemateli in una insalatiera. Salate. Lavate, sbucciate e tagliate a fettine il cetriolo, quindi unitelo alla ciotola con i pomodori.
Lavate i peperoni, togliete il picciolo, i filamenti interni e grigliateli in forno, una volta abbrustolita la pelle, toglietela e tagliateli a striscioline.
All'insalatiera contentente i cetrioli e i pomodori unite la cipolla tritata, l'aglio, i filetti di acciughe, il tonno, le olive, i peperoni. Condite con olio extravergine di oliva e pepe nero. Mescolate l'insalata e aggiungete le uova sode e qualche foglia spezzettata di basilico.



CALISSONS
Deliziosi biscotti di mandorle, tipici di Aix en Provence, realizzati per la prima volta nel 1473.
INGREDIENTI:
  • 1 kg di mandorle sgusciate e pelate
  • 1/2 kg di melone candito (o in alternativa zucca candita o cedro candito)
  • 100 gr di scorzette di arance candite
  • 100 gr di miele di acacia
  • 200 gr di zucchero
  • ostie alimentari
  • per la glassa (albumi, zucchero a velo e succo di limone)  



PREPARAZIONE:
Usando un mixer frullate le mandorle, il melone candito, le scorzette di arance candite e il miele.
Fate cuocere lo zucchero, quindi incorporatelo all'impasto. Lavorate il tutto per circa 20 minuti e lasciate riposare l'impasto per almeno 12 ore.
Per preparare la glassa sbattete lo zucchero a velo con l'albume, unite qualche goccia di succo di limone fino a ottenere un colore bianco brillante.
Stendete il composto di mandorle su una placca coperta da ostie, livellate bene, quindi spalmate sopra la glassa.
Cuocete nel forno a 100-110° per circa 10 minuti, lasciate raffreddare e tagliate il tutto a rombi.



7 commenti:

  1. Complimenti per il blog e la qualità.Non ho mai visto questo fiume, ma...mi hai fatto venire il desiderio di visitarlo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Franci per i tuoi complimenti, sono davvero felice che segui il mio blog e che lo apprezzi :)

      Elimina
  2. che bello! grazie per aver condiviso con noi questo viagetto! e queste ricettine ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Elena per aver lasciato il commento...per me è davvero un piacere condividere con voi i miei viaggetti! :)

      Elimina
  3. ma sei passata da casa mia!!! io sono al confine!!! Mannaggia potevamo organizzare un incontro!!! lefrivolezzediSimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai Simo magari non mancherà occasione se ripasso di lì! :)

      Elimina
  4. Che meraviglia! Andare in Provenza è il mio sogno! Mi piacciono molto i servizi sui tuoi viaggi. Anche gli altri. Ciao.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Votami

sito internet